jump to navigation

…ed ora qualcosa di completamente diverso! giugno 2, 2008

Posted by maxviel in Pinzillacchere.
trackback

Ma sempre attinente alla musica, naturalmente.
Noi tutti sappiamo che la musica si fa con gli strumenti musicali e gli strumenti musicali sono spesso opere di alta tecnologia e fattura: pensiamo ad esempio a un violino Stradivari o a un pianoforte Fazioli.
Beh questo post vuol ricordare che qualsiasi cosa può diventare uno strumento musicale se utilizzato con destrezza ed ostinato esercizio e che ancora una volta il significato della musica è legato a un insieme strutturato di elementi connessi tra loro, di cui fa parte anche la concezione di cosa è strumento musicale e cosa non lo è.
Una volta tanto non ho altro da aggiungere, se non qualche link in cui l’idea tradizionale di strumento musicale viene messa alla prova. Certo che purtroppo a volte questi strumenti inventati richiamano altri strumenti ben più conosciuti sia per concezione che per repertorio… non c’e’ modo di fuggire alle abitudini se non con un duro sforzo, spesso ingrato.

Pazienza! Ecco comunque un piccolo campionario di meravigliose stranezze come gli strumenti di gomma del Rubber Tree Ensemble, con il Vibraband, la Vegetable Orchestra e l’ineffabile Daxophone.
Qui potete invece trovare un elenco di strumenti strani, inventati ad hoc per la vostra delizia.

Sequential Resonation Machine

Commenti»

1. cubber - giugno 3, 2008

mi viene in mente il barone di munchausen di gilliam, in cui c’è una specie di organo le cui note sono i lamenti di gente intrappolata al suo interno, e poi anche la pelle dei tamburi, i gusci delle tartarughe usati come casse armoniche, il budello dei violini, l’avorio dei tasti, eccetera; come se alla nascita dello strumento musicale sia connessa una specie di tortura del vivente; tortura che riguarda anche il corpo del musicista, tanto che clarinettisti, violinisti, pianisti, hanno tutti il loro specifico disturbo, la loro peculiare deformità; tortura che forse è una forma di ascesi.

2. maxviel - giugno 3, 2008

In effetti secondo Marius Schneider simbolicamente lo sfregamento dell’arco contro la corda rappresenta la vita, come frizione e quindi sofferenza. Così come anche l’essere umano è uno strumento che soffrendo il tempo (la distanza tra sacrificio e ricompensa), suona la musica della vita.
Bella la citazione da Gilliam… nel Monty Python’s Flying Circus c’e’ anche uno strumento in cui topolini squittiscono intonati mentre vengono schiacciati da un martellatore… e c’e’ anche il corrispettivo Muppets, se ben ricordo: il “Pappofono”….
Infine, secondo il “Dizionario del Diavolo” di Bierce la definizione di violino: “strumento per infastidire le orecchie umane con la frizione esercitata da una coda di cavallo sulle viscere di un gatto”.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: